Leadership inclusiva in Randstad Italia

Il cliente

​Multinazionale leader al mondo nei servizi HR, attiva nella ricerca, selezione e formazione di Risorse Umane e somministrazione di lavoro, con oltre 3000 dipendenti in Italia.​​

Il target

400 Manager, dislocati su tutto il territorio nazionale, appartenenti alla prima, seconda e terza linea manageriale a riporto dell’Amministratore Delegato. 

Il quadro generale

Per sostenere con continuità la preparazione manageriale dell’organizzazione, la funzione HR organizza ogni anno un percorso formativo ad hoc per i suoi 400 manager. 

Quest’anno, l’agenda del percorso è stata impostata su 5 aree tematiche, tra le quali la Diversity & Inclusion​. Il tema dell’Inclusione è risultato particolarmente interessante per alcune figure apicali dell’azienda, soprattutto per la difficoltà riscontrata tra alcune funzioni interne nell’identificare obiettivi comuni, ma anche nel “parlare la stessa lingua” e nel relazionarsi con fiducia e apertura in assenza di pregiudizi. 

Gli obiettivi del progetto formativo: 

  • Aumentare la consapevolezza della classe manageriale rispetto all’approccio adottato verso la diversità e verso i bias cognitivi che lo influenzano 
  • Potenziare le capacità alla base di una leadership inclusiva, come l’empatia, l’ascolto, il perspective taking e la flessibilità relazionale 
  • Identificare e definire comportamenti inclusivi che permettano di «costruire ponti» con i collaboratori e con i colleghi, della propria funzione o di altre funzioni 

La sfida

Come progettare un intervento formativo che, oltre a fornire competenze e strumenti cognitivi, riesce ad ampliare il mindset e l’approccio alla diversità di un’intera classe manageriale? 

Come facilitare l’adozione di comportamenti inclusivi nei momenti più decisivi dell’esperienza professionale di tutti i giorni? 

E, una volta diffusa una leadership inclusiva, come avere un impatto a lungo termine, rendendo definitivi e permanenti i comportamenti identificati? 

Il metodo

Per garantire il successo del progetto abbiamo utilizzato il modello della Tribe Inclusion, BRIDGE BUILDING, che consente di progettare e agire «comportamenti ponte» tra le differenze.

Favorendo la definizione e diffusione di comportamenti inclusivi nelle organizzazioni, il Modello Bridge Building ha 3 fondamentali vantaggi:

  • Supporta le persone nel sapere come agire quando si relazionano con la diversità
  • Potenzia le capacità-chiave fondamentali per i/le leader del presente e del futuro per guidare l’innovazione e generare un clima di sicurezza psicologica
  • Facilita il disegno di linee guida comportamentali molto operative e “on the job” per tutta la compagine manageriale

I risultati

A seguito dell’intervento formativo sviluppato con il modello Bridge Building nell’arco di 4 mesi, i 400 Manager hanno sviluppato: 

  • 4 situazioni-chiave della propria esperienza professionale a partire dalle quali poter focalizzare comportamenti inclusivi 
  • Circa 200 tipologie diverse di situazioni sottoposte a “biasing check” per mitigare l’impatto dei bias nella relazione con la diversità 
  • Una media di 60 comportamenti inclusivi identificati per ciascun livello manageriale 


Se anche tu nella tua organizzazione vuoi:

  • Disegnare una Roadmap dell’Inclusione, con un piano strategico che si colleghi alle strategie di business
  • Fare un assessment sul proprio posizionamento sulle tematiche di Diversity & Inclusion e/o attivare momenti di ascolto delle persone per identificare gap e priorità di intervento
  • Costruire e diffondere nuovi processi, nuovi modelli di leadership, nuovi rituali e nuovi ruoli con uno sguardo alla valorizzazione delle diversità
  • Lavorare sul mindset delle persone per superare resistenze e bias nella relazione con la diversità
  • Avviare il processo di Certificazione di parità di genere
  • Misurare l’impatto dei progetti che promuovi attraverso risultati tangibili

Scrivici due righe nel form qui sotto Che cosa possiamo fare per te, la nostra tribe Inclusion lavora con realtà italiane e internazionali: start up, PMI, grandi aziende e multinazionali, oltre a essere ideatrice del Diversity & Inclusion Makers Executive Program, in collaborazione con l’Università Cattolica del Sacro Cuore.

Diversity & Inclusion Makers Executive Program

Il team

Laura Pieralisi

Managing Partner

Elisa Rando

Principal

Giovanna Dezza

Consulente

Greta Pepi

Consulente

Cosa possiamo fare per te?

Scegli ciò che ti interessa.

PEOPLE
DEVELOPMENT
CHANGE &
ADOPTION
HR
CONSULTING
Torna indietro

Perfetto, è un piacere poterti aiutare

    Ti ricontattiamo noi per fissare un appuntamento!